intel-logo

Intel acquisisce Sensory Network – la corsa alla sicurezza

ottobre 01, 2013

Venti milioni di dollari per la startup Sensory Networks. Non sono moltissimi per Intel che prosegue nello shopping di software company attive nel campo della sicurezza. Prima di Sensory Networks tutti (molti) ricorderanno l’acquisizone di McAfee, un gigante degli antivirus entrato a far parte del colosso di Santa Clara per 7,7 miliardi di dollari. La notizia fece scalpore non solo e non tanto per il valore dell’operazine ma perché per la prima volta un produttore di tecnologia progettava di unire in-house hardware e software blindando così il chip.

Il focus sulla sicurezza ha portato l’azienda ad acquisire in maggio anche Stonesoft, una “firewall company” per 389 milioni di dollari. E ieri è stata ufficializzata l’operazione Sensory Networks che oltre a essere già cliente di Intel fornisce un software in grado di analizzare grandi moli di dati, una sorta di “big data security tool”. Per il produttore di semiconduttori questa mossa si inserisce all’interno della sua strategia per il perceptual computing. Attualmente la tecnologia di Sensory Networks macina 160 gigabytes al secondo su processori powered by Intel. Mettere in sicurezza l’internet delle cose che passerà dai chip è una mossa strategica che delinea il nuovo campo di competizione tra sviluppatori “classici” di antivirus e chi di mestiere produce device mobili. Su quel confine si consuma il confronto tra vecchi e nuovi attori dell’elettronica di consumo. Chi sarà in grado di blindare l’accesso alle piattaforme si candida a diventare il fornitore di “device” leader.

Continua su ilsole24ore

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin

Tags:

Nessun commento

Devi essere registrato per pubblicare un commento.