Sistema Operativo Tizen di Samsung

Samsung, un 2013 nel segno di Tizen: l’obiettivo è smarcarsi da Android

gennaio 08, 2013

Chi pensa che Samsung stia puntando tutto solo sulle smart tv, dove ancora c’è spazio per provare a imporre un modello che detti la linea al mercato , si sbaglia. A parte la ricerca sugli schermi flessibili, c’è il mercato degli smartphone, nei quali il colosso coreano è leader indiscusso (negli ultimi tre mesi venduti quasi 180 milioni di smartphone, 56 milioni avevano il suo marchio), che richiede attenzione e quindi mosse giuste e tempismo. Così i coreani hanno fatto sapere che lanceranno a breve alcuni modelli di dispositivi mobili (uno anche di top di gamma) equipaggiati con Tizen, un sistema operativo open-source basato su Linux, che si ispira all’interfaccia grafica di di Bada e MeeGo e viene sviluppato assieme a Vodafone, NTT DoCoMo (provider giapponese) e al gigante mondiale dei microprocessori Intel.

Lo scopo di Samsung – che viene da un anno contrassegnato dalla guerra per i brevetti con APple – è chiaro: smarcarsi per quanto possibile dal sistema operativo del “robottino verde”, Android, che lega i dispositivi a doppio filo con Google e con i suoi servizi. Certo, l’adozione di Android anch’esso basato sul “cuore” di Linux) ha contribuito non poco al 2012 da sogno della casa coreana, che pure ha in catalogo degli smartphone equipaggiati con Windows Phone 8. Qualcosa però nel tempo è cambiato, esattamente da maggio scorso, quando il motore di Mountain View ha acquistato Motorola per 12,5 miliardi di dollari, diventando di fatto un rivale e non soltanto un fornitore di software. Alcuni osservatori suggeriscono che Samsung possa addirittura abbandonare a breve Android, ma questo scenario appare al momento improbabile. La notizia dell’avvento di Tizen su Samsung arriva proprio all’indomani dello sbarco di un’altra distribuzione Linux nel mondo dei dispostivi mobili, Ubuntu, un mercato difficile in costante rinnovamento.

Di sicuro Tizen si farà, e pure presto. “Abbiamo in programma di rilasciare nuovi e competitivi terminali Tizen entro l’anno e continueremo a espandere il catalogo a seconda delle condizioni di mercato”, ha scritto un responsabile Samsung in un un’e-mail indirizzata a Bloomberg. A quando allora la presentazione? Conoscendo i tempi – rapidissimi – con cui si muove l’azienda coreana, potremmo anche toccarlo con mano già al World Mobile Congress di Barcellona, che si apre il 25 febbraio.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin

Nessun commento

Devi essere registrato per pubblicare un commento.