autorigenerante

Sogni un Auto o uno smartphone – auto-rigenerante?

settembre 25, 2013

Un team di ricercatori spagnoli del CIDETEC Centre for Electrochemical Technologies, guidato dal dottor Ibon Odriozola, ha creato un polimero che si rigenera in due ore dopo essere stato tagliato, senza nessun intervento esterno. Questo materiale apre le porte a numerose applicazioni industriali, ma sopratutto può essere utilizzato per proteggere oggetti delicati, come i dispositivi elettronici.

Diversi studi di ricerca hanno portato alla realizzazione di polimeri auto-rigeneranti, ma la “guarigione” può avvenire solo mediante uno stimolo esterno, ovvero tramite un input di energia, come il calore o la luce, o in presenza di particolari condizioni ambientali (un valore specifico del pH). Gli scienziati spagnoli invece hanno ottenuto lo stesso risultato in modo spontaneo. Come si può vedere nel video, il polimero è stato tagliato in due parti. Dopo aver unito le due estremità, il taglio si è rimarginato in circa due ore a temperatura ambiente con una efficienza del 97%.

Il polimero è un elastomero in poliuretano che può auto-rigenerarsi grazie ad una reazione chimica denominata metatesi dei solfuri aromatici. Questo elastomero potrebbe essere impiegato nella realizzazione di parti in plastica per auto, abitazioni, componenti elettronici e biomateriali. Un telaio auto-rigenerante sarebbe perfetto per tablet e smartphone. Il passo successivo della ricerca prevede la sostituzione del poliuretano con un polimero più duro.

Continua su: Webnews

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin

Nessun commento

Devi essere registrato per pubblicare un commento.